Fuga di gas ad Impruneta

Firenze, 1 giugno 2011 –  Sono cinque i vigili del fuoco rimasti feriti nell’incendio scoppiato stamani all’Impruneta (Firenze), in seguito a una fuga di gas da una conduttura. Due, più gravi, hanno riportato ustioni di secondo grado,  uno sul 20% del corpo, l’altro sul 15%. Trenta i giorni di prognosi per i due pompieri, ricoverati
nei centri grandi ustionati di Pisa e Genova.

Per gli altri tre vigili del fuoco feriti, le prognosi vanno dai due ai 20 giorni: solo uno di loro ha ustioni al viso, gli altri soprattutto escoriazioni e piccoli traumi. Intanto, in una nota, Toscana Energia, che gestisce il servizio distribuzione gas, spiega che lo scavo che ha provocato la rottura della condotta è stato eseguito da una ditta privata e che ”a Toscana Energia non sono giunte segnalazioni o richieste di informazioni e planimetrie per il rilevamento di tubazioni sotterranee, come invece prevede la prassi”. ”E’ stata immediatamente avviata l’operazione per procedere alla chiusura della conduttura – continua la nota – Quanto prima la fornitura sarà riattivata alle oltre 360 famiglie interessate dalla sospensione”

L’area dell’incidente è stata sequestrata. Secondo una prima ricostruzione della dinamica, l’incendio si sarebbe sviluppato nella tarda mattinata per una fuga di gas in via Vittorio Veneto a Impruneta. L’esplosione è avvenuta durante i lavori di riparazione di una tubatura, ci sarebbe stata una fiammata che ha investito i pompieri. Sempre in mattinata, a causa della fuga di gas, sono stati evacuati 10 appartamenti.

Circa 150 famiglie sono ancora senza energia elettrica: i vigili del fuoco hanno infatti chiesto all’Enel di interrompere la fornitura per motivi di sicurezza. L’Enel spiega che due suoi tecnici sono comunque sul luogo dell’evento per riavviare la fornitura non appena i pompieri danno il via libera.

Tratto da La Nazione 01/06/11

All’ accaduto eravamo presenti anche noi e potete trovare le foto nella nostra galleria fotografica

Lascia un commento